writer's dream

Ciao, dedaliano! Sono Francesca, ed è un piacere ritrovarti qui su Il Filo di Arianna anche quest’anno. Spero che tu abbia passato delle buone feste, per quanto possibile, e che tu abbia trovato la giusta carica per iniziare il 2021 con nuove energie positive. Tra i miei obiettivi personali ce n’è anche uno a tema libri: leggerne almeno 10 (oltre a ciò che leggo per lavoro, si intende). Lo scorso anno sono arrivata a 15… Vedremo!

Oggi però voglio parlarti di una notizia fresca fresca che riguarda il mondo dell’editoria e dell’informazione: il Writer’s Dream, la più grande comunità italiana per lettori, scrittori, editori e professionisti, chiuderà i battenti il 1° febbraio 2021.

Se sei tra i membri della community, avrai sicuramente già sentito la notizia. Se non hai la minima idea di cosa io stia parlando, invece, resta con me: te lo spiego in questo articolo.

Cos’è (o era) il Writer’s Dream

Diciamoci la verità: di piattaforme di informazione editoriale non ce ne sono tante in Italia, ed è per questo che la chiusura del Writer’s Dream rappresenta un colpo ancora maggiore per gli addetti ai lavori e per gli scrittori e le scrittrici emergenti. Fondato nel 2008 da Linda Rando e venduto nel 2015 a Borè srl, il Writer’s Dream ha rappresentato in questi anni un punto di riferimento fondamentale per gli aspiranti, oltre che un importante luogo di aggregazione per tutte le persone appassionate di lettura e scrittura.

Noi della Dedalo abbiamo citato spesso questa piattaforma per rispondere alle tante domande dei nostri clienti: il Writer’s Dream, infatti, oltre ad essere stato uno spazio in cui allenare le proprie abilità di scrittura, confrontarsi e far fiorire la creatività grazie ai suggerimenti degli utenti, è stato prima di ogni cosa un luogo di informazione, capace di far chiarezza sul mondo dell’editoria e sugli attori che ne fanno parte: Case Editrici, Agenzie Letterarie, Piattaforme e Liberi Professionisti. Un luogo che ha salvato tanti neofiti dall’editoria a pagamento, grazie soprattutto al minuzioso lavoro dello Staff volontario.

Perché il Writer’s Dream chiude

La notizia della chiusura della piattaforma è arrivata come un fulmine a ciel sereno lo scorso 30 dicembre, suscitando non poco sgomento tra gli utenti e tra i membri dello Staff (che, ricordo, lavoravano alla piattaforma come volontari). I motivi della chiusura non sono stati poi così chiari: l’attuale Community Manager – riformulo qui le sue parole – avrebbe detto di aver discusso a lungo con l’amministrazione sul futuro della piattaforma, ma di non essere stato in grado di trovare un modo per rendere economicamente autonomo il Writer’s Dream, né di decidere della sua sorte.

In ogni caso, da quel che sembra e che è stato comunicato – sebbene la proprietà non sembri avere le idee chiare al riguardo – il forum verrà lasciato aperto a soli fini di consultazione, mentre il brand e il dominio rimarranno di proprietà di Borè. Se sei curioso di leggere l’annuncio completo, puoi trovarlo a questo link. Potrai leggerlo anche se non sei tra gli utenti registrati, ma non riuscirai più a navigare per il forum dopo aver raggiunto un certo numero di visualizzazioni della pagina. Non è chiaro nemmeno se questo limite sarà eliminato a chiusura avvenuta.

Un nuovo progetto: Costruttori di Mondi

La chiusura del Writer’s Dream non coinciderà con la fine dell’informazione editoriale, né vanificherà tutti gli sforzi che sono stati fatti negli ultimi dieci anni per andare alla ricerca di una sempre maggiore trasparenza in questo campo.

Proprio per questo motivo, alcuni affezionati utenti e Staffer del morente Writer’s Dream stanno lavorando ad una nuova piattaforma, Costruttori di Mondi, che avrà lo scopo di rappresentare un nuovo luogo di incontro per appassionati ed esperti di editoria, lettura e scrittura. Non si tratterà di un sostituto di Writer’s Dream, è chiaro, ma di un luogo affine che possa far sentire di nuovo a casa gli utenti del vecchio forum.

Il progetto è ancora in fase di sviluppo, ma molti utenti del Writer’s Dream hanno già deciso di migrare sulla nuova piattaforma. Anche chi ci sta lavorando ha grandi aspettative: nel corso del 2021, infatti, si lavorerà probabilmente allo sviluppo di un’app dedicata e a migliorare la fluidità della piattaforma, così da renderla più al passo con i tempi attuali.

Cosa possiamo fare ora

Noi della Dedalo abbiamo davvero a cuore il destino del Writer’s Dream: non solo per il ruolo che ha ricoperto, ma anche perché molti membri della nostra squadra sono stati utenti molto attivi e Staffer della piattaforma, in modo del tutto gratuito e volontario.

Se sei interessato al progetto Costruttori di Mondi, o se hai semplicemente una forte passione per la lettura e la scrittura, ti invito a dare un’occhiata al nuovo sito in costruzione. Se ti va, registrati: è un gesto importante per ribadire l’importanza dell’informazione in questo settore così complesso.

Per qualsiasi dubbio o domanda, contattaci pure o commenta questo articolo. Se hai scritto un libro e hai bisogno di aiuto, invece, clicca qui per scoprire cosa possiamo offrirti.

Ti aspettiamo all’altro capo del Filo, Dedaliano!

Categoria
Tags

2 Risposte

  1. grazie per l’articolo che hai scritto, credo di essere stata tra i primi ad essermi iscritta nella nuova casa:) spero che si riuscirete a ricreare un posto simile WD in cui trovarsi, confrontarsi e trovare chiarimenti ai tanti dubbi che possano venire. Anche io ho usufruito della vostra competenza almeno in un paio di situazioni critiche.
    Grazie e buon inzio della nuova avventura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi